Login


Register | Recover Password
Secondary header menu area. Create your secondary header menu in Appearance -> Menus
 

Modelli Unici per la Dichiarazione Inizio Lavori

Lo sai che quando decidi di fare lavori in casa devi dichiarare il progetto?
Si tratta della Dichiarazione Inizio Lavori che, ultimamente, è stata sostituita con i muovi modelli unici, approvati a livello nazionale.

Prata Immobiliare ti spiega di che cosa si tratta e quando devi usarli.

Quando la tua casa ha bisogno di un restauro e decidi di cimentarti in interventi di ristrutturazione sul tuo immobile, devi presentare la Comunicazione di Inizio Lavori che, con le ultime novità sul tema, viene considerata Semplice (CIL – Comunicazione Inizio Lavori) o Asseverata (CILA – Comunicazione Inizio Lavori Asseverata), ed approvata attraverso questi due modelli unici, a seguito di accordi tra Stato, Regioni e Comuni.
Da oggi, anche per la Regione FVG, si parte con i modelli unici (Decreto 18/03/2015 n. 949 (Gazzetta regionale 01/04/2015 n. 13).

Quando si deve presentare la CIL?
opere temporanee che saranno rimosse al termine della necessità e, comunque, entro un termine non superiore a novanta giorni
opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, anche per aree di sosta, compresa la realizzazione di intercapedini interamente interrate e non accessibili, vasche di raccolta delle acque, ecc
pannelli solari, fotovoltaici, a servizio degli edifici
aree ludiche senza fini di lucro ed elementi di arredo delle aree pertinenziali degli edifici.

Quando si deve presentare la CILA?

– lavori di manutenzione straordinaria che non riguardano parti strutturali degli edifici

Cosa significa Asseverata?
Questo aggettivo, che caratterizza la CIL, sta ad indicare che il documento attestante l’inizio dei lavori deve essere redatto da un tecnico abilitato che deve presentare il progetto al Comune, attestare la conformità dei lavori al piano regolatore e al regolamento edilizio e certificare che i lavori siano compatibili con la normativa in materia sismica e con quella sul rendimento energetico nell’edilizia.

La mancata presentazione della CIL è punita con sanzioni pecuniarie che variano dai 258 ai 1.000 euro.

Print
Translate »